Esperimenti in cucina, menu planning e liste della spesa

IMG_20170328_110647

A me piace fare liste, tabelle, file excel ed elenchi; faccio liste e file per tutto: libri da leggere, shopping lists, calendari, ricette da provare, idee che mi frullano per la testa: mi piace vederle lì tutte assieme, spuntarle, correggerle, aggiornarle. Ovviamente la cucina non poteva sfuggire a questa mia mania!

Devo dire che con la cucina ho un rapporto di amore-odio: se provo cose nuove, sperimento o cucino per gli altri mi diverto un sacco, ma quando finisco a preparare le solite cose, giusto perchè uno deve mangiare, mi annoio a morte. Ultimamente sto cercando di combattere l’effetto tedio del cucinare su più fronti: cerco di sperimentare regolarmente nuove ricette, mi organizzo per tempo il menu, e faccio la spesa veloce come un ninja perchè ho sempre una lista a guidarmi.

Sperimentare nuove ricette mi piace molto, e mi sono data una piccola challenge (aridaje con le challenge): ogni settimana proverò almeno una nuova ricetta presa dai tanti libri di cucina che ho, o da internet, o da dove capita. Quando a febbraio sono stata a casa con il raffreddore un pomeriggio l’ho passato a mettere post-it nei libri, segnando tutte le ricette che mi ispiravano. Poi ho fatto un bel file, e ogni settimana scelgo almeno una ricetta da inserire nel menu settimanale (di solito in coincidenza con un giorno di riposo, per avere tempo e calma): sto facendo un sacco di belle scoperte! Documento tutto sul mio blog di cucina, che per me fa le veci del quadernetto dove prendevo appunti prima!

Il menu settimanale è un’altra parte chiave della mia riorganizzazione culinaria. Non decido mai tutta la settimana in anticipo, ma di solito lo faccio in un paio di volte scegliendo cosa mangeremo nei prossimi 3/4 giorni: all’inizio non è facilissimo abituarsi a decidere in anticipo cosa mangiare, ma poi diventa semplice e comodissimo. Adoro avere tutto pianificato perchè mi toglie dall’imbarazzo di dover decidere al momento cosa fare, e ricadere nelle solite tre o quattro opzioni sempre uguali: leggo quello che è previsto e lo faccio, senza pormi domande – è comodo e rilassante. Scegliendo in anticipo ho una overview di quello che stiamo mangiando e mi assicuro che ci siano abbastanza verdure/carne/pesce etc per un menu bilanciato, e, last but not least, mi aiuta anche ad evitare gli sprechi perchè compro in base a quello che ho programmato, così ho sensibilmente ridotto la quantità di verdura che andava a male prima di essere usata: meno sprechi, per cui io ed il portafoglio siamo felici!

L’ultima cosa che mi semplifica un sacco la vita, è andare al supermercato armata di lista della spesa su smartphone: sono molto più rapida ed efficiente perchè so esattamente cosa devo prendere, e non perdo tempo a rimirare gli scaffali; prendo quello che ho in lista, che so mi serve e fa parte del menu settimanale, e non sono tentata di aggiungere mille extra. Okay, ogni tanto qualcosa di non previsto ci scappa, ma difficilmente è qualcosa che finirà inutilizzato: avendo una overview chiara del menu e delle necessità di casa riesco ad essere piuttosto precisa anche nelle aggiunte e sostituzioni.

Tutta questa organizzazione raccontata così sembra un po’ maniacale, ma in realtà lo sforzo richiesto è minimo (più che altro bisogna decidersi a mantenerla!) ed i risultati valgono la pena: in cucina non mi stresso a pensare ogni giorno cosa mangiare, ho un menu variegato, spreco di meno, provo nuove cose, perdo poco tempo al supermercato… insomma, tutte cose positive: io non torno più indietro!

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s